KXIP vs KKR Live Score

Sul campo, in commissione Bilancio alla Camera, ha maturato anche una notevole competenza in materia di conti pubblici: è stato relatore della manovra correttiva nel 2011 e presidente della commissione speciale sul Def nel 2013. "Apprendo che anche a Ferrara, come in altre province, continua la miope e dannosa opera di annientamento territoriale che fu costruito con tanta fatica negli anni scorsi - afferma in una nota -".

Ricordando di avere "dato due possibilità" di soluzione, cioè un governo col Pd o con la Lega, Di Maio ha concluso: "Lavoreremo per creare le condizioni per creare una maggioranza di governo ma con condizioni compatibili con i nostri valori e la nostra storia".

Fonti azzurre, che indicano Berlusconi tra gli estensori del testo congiunto letto da Salvini, riferiscono di un Cavaliere inizialmente molto soddisfatto per la "correttezza" dimostrata da Salvini davanti a Mattarella.

Meloni ha lavorato per portare la coalizione unita con tutti i suoi leader al Quirinale. Ma "prendiamo atto - ha scandito Di Maio - che ancora una volta Salvini e la Lega ci stanno proponendo uno schema di centrodestra che è di ostacolo". Lo show di Berlusconi, che si è anche esibito in mimica eloquente, una sorta di accompagnamento silenzioso al discorso di Salvini, ha fatto infuriare Salvini e Meloni perché ha infranto il patto siglato nel vertice preparatorio a Palazzo Grazioli: Salvini doveva essere l'unico a parlare. E c'è poi il Pd, che continua a stare alla finestra, evitando di intervenire e restando fermo sulla linea portata avanti dal 5 marzo: opposizione e nessuna alleanza di governo. In un post pubblicato su Facebook, Luigi Di Maio, scrive: "Siamo preoccupati per quel che sta accadendo e riteniamo che in Siria occorra accelerare con urgenza il lavoro della diplomazia, incrementando i canali si assistenza umanitaria".

"La Battuta di ieri di Berlusconi? L'unica soluzione investe Silvio Berlusconi: dovrebbe fare un passo di lato e consentire la partenza di un governo del cambiamento", spiega il candidato premier 5 stelle. E' chiaro poi che fare politica vuol dire smussare alcune posizioni, per avere "convergenze" (numeri) maggiori alla Camera e al Senato, ma è giusto che a farlo sia la coalizione guidata da Salvini e la lista di Di Maio.

In attesa degli incontri odierni del Presidente Mattarella (che ha in agenda gli appuntamenti più "istituzionali" di questo secondo giro di consultazioni) e delle sue decisioni in merito al prosieguo delle trattative per la formazione del nuovo Governo, l'annunciata presenza di Salvini e Di Maio alla rassegna Vinitaly (che inizierà domenica prossima) dà credito a nuove voci su un possibile incontro dal vivo tra i due leader.

Fuori programma di Berlusconi che ha preso (insolitamente) la parola dopo che ha parlato il delegato del gruppo (Salvini). Ed è fiducioso sull'esito delle consultazioni: "Il governo si farà e sarà di centrodestra". Il Segretario sottolinea che il Pd continuerà "a esercitare un ruolo di minoranza in Parlamento".


COMMENTI