KXIP vs KKR Live Score

E' morto all'età di 76 anni il grande astrofisico e cosmologo inglese Stephen Hawking. Lo studioso era affetto dal morbo di Lou Gehrig o sclerosi amiotrofica laterale, una malattia che provoca la progressiva paralisi dei muscoli volontari obbligandolo a stare seduto su una sedia a rotelle.

Come viene riportato dalla Bbc, è stata la famiglia dell'astrofisico a rilasciare la notizia nelle prime ore di questo mercoledì mattina. Il celebre scienziato britannico da giovanissimo era stato colpito da Sla, malattia che blocca progressivamente le funzioni vitali e gli erano stati dati appena due anni di vita quando ne aveva 21. Hanno poi elogiato il suo coraggio e la sua perseveranza, dicendo che la sua brillantezza e il suo umorismo hanno ispirato persone in tutto il mondo. Di ciò che accade all'interno dei buchi neri, dove la gravità infinita crea una singolarità; di ciò che accade ai suoi limiti, dove le particelle e le antiparticelle che si creano nello spazio vengono separate, con creazione di materia - la radiazione Hawking - e con il conseguente apporto di antimateria al buco nero e la sua lenta ma inevitabile evaporazione.

Stephen Hawking è divenuto una celebrità grazie al best-seller Dal big bang ai buchi neri. Per 30 anni (fino al 2009) ha occupato la cattedra di matematica all'Università di Cambridge.

In campo cosmologico, ha ipotizzato un universo senza limiti spazio-temporali (universo aperto) senza singolarità, anche al proprio inizio. Il settore di ricerca nel quale ha dato il maggiore contributo è stato lo studio dei buchi neri. Una volta disse: 'Non sarebbe un grande universo se non fosse la casa delle persone che ami'.

'La teoria del tutto' (The Theory of Everything) lo ha immortalato anche cinematograficamente: il film, del 2014, è del regista James Marsh e ricostruisce la sua biografia. Per l'interpretazione dello scienziato, Eddie Redmayne vince l'Oscar come miglior attore protagonista.


COMMENTI