KXIP vs KKR Live Score

Mentre i reati per i quali é stato condannato sono peculato e falso. Nei confronti del chirurgo Dem il procuratore generale Vincenzo Saveriano aveva sollecitato una condanna a due anni e mezzo. In primo grado l'ex sindaco era stato assolto. In questo modo, l'ex sindaco di Roma avrebbe "indotto ripetutamente soggetti non individuati addetti alla segreteria a redigere atti pubblici attestanti fatti non veri e recanti la sua sottoscrizione apocrifa". La vicenda giudiziaria riguardava una cinquantina di cene pagate con la carta di credito che gli fu rilasciata durante il suo mandato dall'amministrazione capitolina.

L'ex sindaco della capitale è stato invece assolto per il reato di truffa riguardante i presunti pagamenti irregolari a un dipendente della sua Onlus Imagine.

Un contrasto deflagrato con le dimissioni in massa dei consiglieri democratici che hanno portato alla decadenza dell'ex sindaco a metà del suo mandato.

Marino ha lasciato la corte d'Appello di Roma senza rilasciare dichiarazioni.

Sulla nuova condanna ancora nessun commento da parte dell'ex sindaco di Roma.

"La corte di Appello di Roma oggi condanna l'intera attività di rappresentanza del sindaco della Città Eterna".

Una circostanza che è stata ribadita dal politico anche ieri di fronte ai giudici, che l'hanno però condannato dando ragione alle tesi della procura di Roma che aveva impugnato la sentenza di primo grado. "Sono amareggiato anche se tranquillo con la mia coscienza - prosegue - perché so di non aver mai speso 1 euro pubblico per fini privati". "Non posso esimermi dal rilevare come questa condanna condizioni la formazione delle liste per le imminenti elezioni politiche e quindi i relativi risultati". "Con lo Studio Musco continuerò la mia battaglia per la verità e la giustizia in Cassazione".


COMMENTI