KXIP vs KKR Live Score

Il nuovo candidato del centrodestra sarà il leghista Attilio Fontana, ex-sindaco di Varese ed ex-presidente del consiglio regionale, uomo stimato e apprezzato, ma certo meno carismatico di Maroni in chiave elettorale. Proprio ciò che manca all'eurodeputato Salvini che fa politica da decenni a Milano e in Lombardia, ma al quale la Lega non ha affidato mai neppure un assessorato.

L'ex ministro dell'Interno ha deciso di non candidarsi per ottenere un secondo mandato per il Pirellone. Conosco - ha aggiunto - la responsabilità di governo e ho una sola preoccupazione: che la possano assumere persone come Di Maio, che è una Raggi al cubo. "Ho detto a Salvini che questa decisione non ha nulla a che fare con la politica". Ieri alla fine del vertice del centrodestra che ha certificato l'accordo tra Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia è arrivata anche l'indisponibilità dell'attuale governatore della Lombardia a ricandidarsi in Regione. Non andrò in pensione - spiega - ma sono naturalmente a disposizione per il futuro. "Se va al governo lui, l'Italia rischia di diventare spelacchio". È una decisione mia, personale, per cui chiedo a tutti il rispetto.

"Sarà contento il nordest, il mondo produttivo, vorrei vedere che ne pensano gli imprenditori di tornare al mondo del lavoro del passato", ha dichiarato in risposta il leader dem Matteo Renzi, intervenendo a "Circo Massimo", su Radio Capital.

Nella sua conferenza di addio alla candidatura in Lombardia, Roberto Maroni non trattenendo un eloquente sorriso si è dichiarato a disposizione per eventuali candidature o ruoli a livello nazionale. "Quindi è chiaro che se sei soddisfatto e ti senti arrivato per quello che hai fatto, evidentemente non puoi fare altro". "Una storia di successo che comunque rimane perché fa parte di me".

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. "È una figura che condivido, che conosco e che aiuterò". Non nego che l'election day favorisce. Visto che gli azzurri eleggerebbero così in totale 70 senatore e 80 li eleggerebbe il PD, ecco che siamo a pochi voti dalla maggioranza in Senato (ma quella alla Camera sarebbe ancora lontana).


COMMENTI