KXIP vs KKR Live Score

E' stato l'autista di Palazzo Civico a portare all'onore delle cronache l'uso che la Consigliera Comunale Deborah Montalbano, esponente del Movimento Pentastellato e militante nel quartiere delle Valeltte, ha fatto dell'auto di servizio.

Così come riporta l'edizione di Torino del Corriere della Sera, l'episodio è testimoniato da una relazione dell'autista che ha accompagnato la consigliera comunale nel suo viaggio. E poi: "All'arrivo mi disse di attenderla, passati dieci minuti tornava con una bambina, facendola salire sull'auto mi chiedeva di fare ritorno a Palazzo Civico, perché aveva impegni istituzionali". Questione su cui però la consigliera non ha nulla da dire: le ricevute e i rimborsi sono stati autorizzati dal gruppo M5s stesso e dai tecnici del Comune.

"Utilizzare un'auto blu per scopi personali, qualunque essi siano è sempre sbagliato". "Si, sempre" scrive la Montalbano che prosegue: "Per il ruolo che ricopro, per l'impegno che mi sono presa con gli elettori del Movimento 5 Stelle mi sento in dovere di prendermi la responsabilità dell'accaduto e, quindi, di rassegnare le dimissioni da presidente della IV commissione". La Montalbano ha deciso di rimettere ogni decisione definitiva nelle mani del Movimento 5 Stelle, "consapevole di voler continuare a svolgere il mio ruolo di consigliera in questa città e per questa Città al fianco delle persone in difficoltà e per dare sempre una voce agli ultimi, coloro che spesso vivono difficoltà senza avere gli strumenti adatti per poterle affrontare". Certo gli altri commenti non sono altrettanto lusinghieri. E sul piano politico aggiunge: "Vogliono cacciarmi, mi caccino".

"Il giorno7.11.2017, a seguito della disposizione del coordinatore, trasportavo la consigliera Montalbano in via...". "Io non mi dimetto".

Ora, invece, sarà più complicato per la consigliera pentastellata giustificarsi. Decisione giusta, dispiace che grillini di Torino gongolino per i guai altrui.


COMMENTI