Biagio Conte è un missionario laico che da oltre 25 anni assiste i poveri di Palermo, per i quali ha realizzato una cittadella della solidarietà, la Missione Speranza e Carità.

"Questa mattina - scrivono - appena svegliati alla Missione di Speranza e Carità non abbiamo trovato Fratel Biagio: Ognuno si è chiesto dove fosse!? Non riesco a essere tranquillo, non mangio e non dormo sapendo che tante persone vivono per strada". Qualche ora dopo abbiamo sentito che ha dormito per strada: "Non riesco ancora ad accettare che ci possano essere tanti ancora che vivono queste profonde sofferenze nella loro vita dovuti principalmente all'indifferenza e che continuano a vivere e morire per strada".

(AdnKronos) - Biagio Conte ha quindi affidato ai volontari una lettera aperta. "Questo ci ha detto - sottolineano - quando lo abbiamo raggiunto sotto i portici della Posta centrale di Palermo". "Tante famiglie - scrive Conte - sono sfrattate e hanno la casa, tate persone non hanno lavoro". La forte indifferenza e il il profondo egoismo ancora oggi molto diffuso mi inducono a rispondere al male col bene.

Come lui stesso dice: "non si tratta di una protesta, ma di condividere le difficoltà con quelli che ancora dormono per strada. Chi non si dona e non aiuta contribuisce all'impoverimento della nostra società, è urgentissimo rispondere ai bisogni della gente".


COMMENTI