KXIP vs KKR Live Score

Germania, raggiunto l'accordo per la Grande Coalizione: Governo Cdu-Csu con Spd, vittoria per Angela Merkel (quarto mandato), Schulz "battuto".

I dirigenti dei partiti dell'Unione (Cdu-Csu) e Spd si sono accordati per superare gli scogli che da settimane incagliavano le trattative per una nuova riedizione della Grosse-Koalition: tasse e migranti. Lo riferisce la Dpa citando fonti interne ai negoziatori.

Una svolta dunque per il Cancelliere Merkel che, uscita vincitrice dalle elezioni tedesche di fine settembre, non era riuscita (almeno fino a ora) a ristabilire i vecchi equilibri. L'intenzione era quella di non replicare il fallimento della coalizione a tre post elettorale tra Cdu/Csu, Verdi e liberali, che aveva gettato, lo scorso anno, la Germania in uno stallo politico senza precedenti, costringendo Martin Schulz, leader del partito socialdemocratico, a tornare sui propri passi dopo la chiusura ad una possibile Große Koalition.

Dopo quasi 24 ore ininterrotte di consultazioni è stata trovata una breccia per un possibile accordo di governo. E' stato raggiunto l'accordo di non aumentare l'aliquota massima di imposta, come invece chiedeva l'Spd, mentre il contributo di solidarietà per la riunificazione della Germania, il cosiddetto Soli, sarà progressivamente ridotto di 10 miliardi entro il 2021.

Il governo stabile è stato l'obiettivo della Merkel per tutta la nottata; lei stessa ha affermato di lavorare per un fantastico paese e che la prossima volta bisogna essere più veloci nelle decisioni e non bisogna aspettare e prendersi molto tempo per pensarci quando basterebbe una semplice riunione o un confronto tra partiti della stessa nazione come in questo caso. "Abbiamo lavorato seriamente perché in questo Paese si possa vivere bene anche tra 10-15 anni", ha proseguito. Entrambi i leader ammettono che il percorso è molto accidentato. Il suo partito, ha aggiunto Seehofer, ha condiviso l'accordo all'unanimità. Rimane però ancora da vedere se il documento passerà il vaglio degli organi di garanzia dei rispettivi partiti e soprattutto se incontrerà il consenso della combattiva base socialdemocratica al congresso straordinario del 21 gennaio. Il partito socialdemocratico è tuttavia riuscito ad ottenere un cambiamento nel sistema di contribuzione per le casse di malattia, la reintroduzione del ricongiungimento familiare dei migranti, limitato a 1000 ricongiungimenti al mese, e il finanziamento di diverse misure di carattere sociale. Il lavoro, da questo punto di vista, non manca stando alle valutazioni dei mercati: sebbene il 2% di aumento del Pil sia alla portata di mano per gli anni 2018-2020, alla Germania manca la mano d'opera specializzata e questa carenza andrà colmata con una maggiore spesa anche pubblica a favore di maggiori investimenti nell'apprendistato e nella formazione professionale.


COMMENTI