KXIP vs KKR Live Score

"Varo del simbolo che era stato rinviato a causa della disputa sull'uso della Margherita (dopo il veto posto da Francesco Rutelli), non è una margherita è un fiore petaloso" annuncia orgogliosa il Ministro della Salute. Abbiamo tre parole chiave: crescita, speranza e futuro. "Non è una margherita, per me è una peonia - insiste - Me lo ha regalato un bambino figlio di una mia amica". All'interno del cerchio vi sono i simboli dei partiti fondatori: Italia dei Valori, Centristi per l'Europa, Democrazia solidale, L'Italia è popolare, Alternativa popolare. Qualcuno ci vuole vedere una margherita?

"La campagna elettorale in atto mi sembra quella di Cetto Laqualunque, a chi la spara più grossa - continua Lorenzin - gli italiani sono stanchi di promesse non mantenibili". Con questo simbolo i centristi andranno al voto il 4 marzo: "questa non è una lista elettorale, è una forza politica che ha l'ambizione di crescere nei prossimi anni". La soglia di sbarramento non preoccupa, almeno nelle intenzioni: "Non sappiamo quanto faremo, ma non importa. Vogliamo dare risposte concrete ai bisogni della gente". Una scelta di campo che, tuttavia, non si tradurrà in subalternità al Partito Democratico: Civica Popolare, ribadisce Lorenzin, si muoverà "in autonomia" rispetto ai democrat, "siamo una nuova forza politica che vuole contare, noi ci mettiamo in gioco". "La nostra azione di governo, la nostra responsabilità, i nostri valori anche se diversi hanno permesso che si costruisse un'altra storia".

Lorenzin gioca con l'esperienza maturata in ambito sanitario: "Abbiamo vaccinato gli italiani, ma credo che l'Italia abbia bisogno di un vaccino contro l'incapacità e dai populismi e gli estremismi - dice - Vogliamo introdurre un nuovo farmaco: l'ascolto". Si parte da una convinta vocazione europeista. Il secondo aspetto, sottolinea Lorenzin, "è quello del lavoro, soprattutto per i giovani: sarà al centro delle nostre politiche". Un altro tema che la ministra della Salute definisce "fondamentale" è la demografia.


COMMENTI