KXIP vs KKR Live Score

Da qui la diversa capacità individuale di reagire ai danni provocati dall'alcol. Uno ad uno, dal tumore al seno a quello all'intestino, tutti possono essere fortemente collegati a un abuso di alcol.

Ebbene, l'acetaldeide è ancora più tossico e in grado di determinare un'alterazione nel ciclo riproduttivo cellulare, dando così avvio alla formazione di una massa tumorale (non è un caso che l'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro consideri questo elemento un cancerogeno di tipo 1). In primo luogo, si serve di un gruppo di enzimi noti come aldeide deidrogenasi o ALDH, che hanno il compito di abbattere l'acetaldeide trasformandola in "acetato" ovvero una sostanza perfettamente spendibile come fonte di energia dalle cellule. Ma qual è la ragione per cui l'acetaldeide è in grado di indurre una trasformazione cancerogena delle cellule del nostro organismo? Gli esperimenti condotti dai ricercatori del Laboratory of Molecular Biology della Cambridge University hanno dimostrato che, quantomeno nei topi, l'alcol colpisce gravemente gli emocitoblasti, ossia le cellule staminali da cui si originano tutte le cellule del sangue. L'acetaldeide sarebbe responsabile della rottura e del riarrangiamento di porzioni di Dna all'interno di queste cellule.

L'alcol provoca il cancro perché fa accumulare una sostanza chiamata acetaldeide nelle cellule staminali emopoietiche, danneggiandone il DNA e producendo la riorganizzazione dei cromosomi.

Un recente studio pubblicato su Nature ha raccolto nuove prove a sostegno dell'ipotesi che il consumo di bevande alcoliche provochi danni diretti a carico del DNA. C'è poi da considerare che, a livello epatico, il consumo di alcolici contribuisce a determinare la cirrosi, condizione che potrebbe facilitare lo sviluppo del tumore al fegato. L'organismo, oltre che grazie all'azione dell'aldeide deidrogenasi, ha un sistema di riparazione endogeno per rimediare ai danni provocati al Dna, che in alcuni individui può però non risultare sempre funzionante.

"Il nostro studio evidenzia che se l'organismo non è in grado di elaborare efficacemente l'alcol, si può arrivare a un rischio ancora maggiore di danni provocati al Dna e quindi ad alcuni tipi di cancro - conclude Ketan Patel, professore al laboratorio di biologia molecolare dell'Università di Cambridge". L'alcol può inoltre aumentare i livelli di alcuni ormoni, come gli estrogeni: ad alte concentrazioni considerati responsabili dell'aumento del rischio di ammalarsi di cancro al seno e all'ovaio.


COMMENTI