KXIP vs KKR Live Score

L'aiuto dell'Abruzzo permetterà a Roma di tirare un respiro di sollievo e di liberarsi dei rifiuti delle feste natalizie, che ancora invadono la città.

Hanno partecipato il presidente della Regione, Luciano D'Alfonso, il sottosegretario alla presidenza della Giunta, con delega all'Ambiente, Mario Mazzocca, e il segretario particolare del presidente, Enzo Del Vecchio.

Dall'Abruzzo c'è l'ok ad accogliere i rifiuti di Roma per 90 giorni e per una quantità massima di 39mila tonnellate, distribuite su tre strutture: Chieti, Sulmona e Aielli (L'Aquila). "All'interno di questa cornice, poiché non siamo al mercato tra soggetto istituzionale e soggetto istituzionale, precisiamo anche i valori economici". Fin da subito è stato chiaro che ci sarebbe stato un aiuto alla Capitale solo a determinate condizioni. Cioè quanto deve durare questa solidarietà che noi vogliamo mettere in campo e soprattutto qual è lo sforzo straordinario che sta facendo Roma per non trovarsi permanentemente nell'emergenza. Inoltre, la Giunta regionale ha stabilito di affidare all'Arta (l'Agenzia regionale per la tutela dell'ambiente) il monitoraggio della qualità dell'aria di risulta nelle aree interessate da queste operazioni.

Tuttavia, la giunta della Regione Abruzzo ha approvato l'aiuto solo a delle condizioni.

"Abbiamo 250 mila tonnellate - ha concluso D'Alfonso - di capacità di accoglimento in più rispetto a quelle che sono le nostre esigenze". Abbiamo anche posto un'ulteriore condizione che faremo ad horas una riunione con i tre sindaci dei tre comuni (Chieti, Sulmona, Aielli) con le tre aziende e con Ama di Roma per dettagliare un protocollo di perfetta collaborazione. Questo dovrà essere finalizzato ad allineare i linguaggi collaborativi. "Abbiamo anche disposto che al termine dei 90 giorni vogliamo toccare con mano questa ulteriore capacità riorganizzativa del ciclo dei rifiuti di Roma".


COMMENTI