KXIP vs KKR Live Score

Il consigliere regionale Onorio Rosati ha spiegato così che Liberi e Uguali conferma l'intenzione di presentare un proprio candidato alla presidenza della Lombardia, e quindi di non sostenere Giorgio Gori. "Dopo la decisione del presidente Maroni - scrive su facebook Matteo Renzi - la partita della Regione Lombardia è più aperta che mai". A due mesi dalle elezioni Roberto Maroni, in conferenza stampa a Milano, ufficializza la decisione di non correre nuovamente per la guida della Lombardia "per motivi personali" ma anche di essere "a disposizione". In questi mesi, ogni giorno, ho lavorato sul nostro progetto, mi sono preparato, ho studiato, immaginando di dovermi confrontare con lui. "E invece non sarà lui.Noi continuiamo la nostra marcia, qualunque sia il nome delnuovo competitor".

Gori racconta di aver saputo della rinuncia già da ieri sera perché ha telefonato all'ex ministro leghista: "Mi ha esposto le sue motivazioni che ovviamente per correttezza non riferirò". "Per me Luigi Di Maio è la Raggi al cubo e credo che se diventasse premier, il rischio per l'Italia sarebbe di finire come Spelacchio" dice Maroni. "Rappresenterà comunque ciò che con le nostre idee e le nostre energie siamo impegnati a cambiare e a #faremeglio". "Non c'è aspetto della vita pubblica, dal lavoro al welfare, dall'ambiente ai trasporti, che non indichi ampi margini di possibile miglioramento, soprattutto a vantaggio dei gruppi sociali e dei territori più fragili" ha concluso Gori.

"Il Governatore Maroni, quello dello slogan La Lombardia in testa, preferisce Roma alla Lombardia". "Francamente non mi pare si possa dire lo stesso di Maroni, a cui imputo la grave colpa di aver seminato solo promesse non mantenute in questi anni".


COMMENTI