KXIP vs KKR Live Score

Niente da fare dunque e gli abruzzesi si terranno l'aumento del quasi 13% se vorranno percorrere Strada dei Parchi.

Ieri l'incontro durante il quale è stato consegnato al Ministro il documento sottoscritto a Carsoli il 3 gennaio scorso all'interno del quale veniva richiesta "la sospensione del recente aumento del pedaggio e l'avvio di un tavolo istituzionale per una soluzione strutturale che possa favorire gli investimenti e abbattere il costo del pedaggio".

"Abbiamo tutti chiaro che gli incrementi, comunque autorizzati su base di sentenze giudiziarie, vanno calmierati - ha detto il Ministro Delrio - Per questo abbiamo deciso di mettere a disposizione risorse per consentire gli sconti ai pendolari fino al 20% sulle due autostrade".

"Le nostre proposte - continua la nota - finora non hanno incontrato il favore del ministero". "La società Strada dei Parchi da sempre si dice pronta ad affrontare il tema delle tariffe in una logica strutturale". Così gli era stato chiesto di fare in cambio dell'approvazione del nuoco Piano economico finanziario che la stessa attende da quattro anni.

"La concessionaria di A24 e A25, comunque, non è disposta ad accogliere soluzioni che scaricano di nuovo sulla società l'onere delle tariffe", aveva messo le mani avanti prima di conoscere l'esito della riunione ministeriale. È quanto annunciato dall'ad di Strada dei Parchi spa, Cesare Ramadori, nel corso della trasmissione 'Mi manda Rai Tre' di stamani che ha affrontato il caro pedaggi sulle autostrade A24 e A25 che collegano l'Abruzzo e il Lazio.

"Le Regioni hanno assunto l'impegno di finanziare le agevolazioni sugli abbonamenti per i pendolari, che comporterebbero un'ulteriore riduzione del 20% della tariffa". Se il Ministero avesse approvato il nuovo piano finanziario - spiega ancora Ramadori - non sarebbe arrivato un tale aumento.


COMMENTI