KXIP vs KKR Live Score

A partire dall'inizio di questa stagione, Dorna FIM e IRTA, hanno deciso di rendere obbligatorio l'uso dell'airbag sotto tuta in tutte le categorie del Motomondiale.

I 122 piloti dovranno vestire questo sistema di protezione e le uniche eccezioni potranno riguardare le wild card o i sostituti, ma solo nelle prime due gare a cui prenderanno parte. Gli airbag dovranno essere presenti in ogni singola sessione di attività su pista - che siano prove libere, qualificazioni o gara - all'interno delle tute di ogni pilota. Il sistema permetterà di proteggere le zone più soggette a fratture in caso di caduta, spalle e clavicole, mentre la copertura della schiena e della spina dorsale rimane per il momento non doverosa. Consentite alcune variazioni per adattare le specifiche di ciascun sistema, così come le variazioni per adattarsi alla corporatura di ciascun pilota, ma alcune linee guida dovranno essere seguite da ogni produttore. Dovrà essere presentata unn'autocerficazione sulla documentazione ufficiale che dimostri che il sistema di protezione rispetti tutte le normative. I requisiti comprendono criteri di autonomia ed elettronica, fino all'azionamento e ai tempi di gonfiaggio.

Ogni costruttore dovrà infine presentare i documenti che certifichino la regolarità delle tute nel rispetto delle norme e degli standard richiesti, dichiarando anche i risultati ottenuti in test effettuati privatamente. Punto fondamentale è l'attivazione accidentale che non dovrà impedire al pilota di riuscire a controllare la propria moto. A ciò si aggiunge che questo sistema non prevede aggiunta di parti sulla moto e che deve poter scattare senza che il pilota sia in sella.


COMMENTI