(Teleborsa) - Grandi novità nel comparto delle assicurazioni sanitarie statunitensi.

La catena di farmacie americana Cvs Health ha annunciato un accordo per rilevare la compagnia assicurativa del settore salute Aetna per 69 miliardi di dollari che porterà alla fusione di uno dei principali amministratori di programmi farmaceutici ('pharmacy benefits managers' - PBMs) e operatori di farmacie nazionali con uno dei più antichi assicuratori sanitari, le cui attività spaziano da programmi per i dipendenti a piani governativi.

Cvs stima la chiusura della transazione nel secondo trimestre del 2018. È quanto si apprende dall'agenzia Reuters e dalle testate finanziarie che riportano alcune dettagli dell'accordo: gli azionisti Aetna riceveranno 207 dollari per azione, dei quali 145 in contanti accanto a 0,837 titoli di Cvs - pari a un valore di altri 62 dollari. Il matrimonio con Cvs segue il fallito tentativo di Aetna di convolare a nozze con la rivale Humana: l'intesa era stata bloccata lo scorso anno dalle autorità' americane per i suoi effetti negativi sulla concorrenza e sui consumatori, e ora l'attenzione é su come l'antitrust americano valutera' l'operazione visto che l'unione fra le farmacie Cvs e un'assicurazione sanitaria come Aetna sono una 'prima' nel settore. Una motivazione simile ha spinto il Dipartimento di Giustizia a bloccare anche la fusione da 54 miliardi di dollari fra Anthem e Cigna. Di sicuro la fusione, se andrà in porto, sarà sottoposta a un attento esame.


COMMENTI