KXIP vs KKR Live Score

In particolare viene stabilito che i benefici previsti dalla definizione agevolata, la cd rottamazione delle cartelle, siano applicabili alle somme riferite ai carichi affidati all'Agente della riscossione nel periodo dal 1° gennaio 2000 al 30 settembre 2017.

Attenzione: per le multe stradali, invece, non si dovranno pagare gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge.

Vediamo in questa guida dove trovare il Modulo da compilare e da inoltrare per procedere con la Rottamazione delle cartelle esattoriali.

Dopo l'approvazione del DL 148/2017 che prevede la possibilità di presentare la domanda di rottamazione delle cartelle per tutti i ruoli notificati negli ultimi 17 anni, anche a chi non aveva precedentemente presentato la domanda, sono state introdotte numerose novità in materia di rottamazione.

Il nuovo modello va a sostituire il vecchio DA-2017 che era stato messo in pista dal concessionario della riscossione dopo l'approvazione del decreto legge n. 148/2017 e che poteva contenere solo i carichi affidati alla riscossione dal 1° gennaio al 30 settembre 2017. Il 7 dicembre prossimo è il termine ultimo per il pagamento della rata di novembre, se prevista dal tuo piano, ma anche delle eventuali rate scadute a luglio e settembre 2017.

Per aderire il soggetto contribuente deve presentare, entro il 15 maggio 2018, la richiesta di adesione attraverso il servizio "Fai DA Te" (ancora in aggiornamento) compilando il modello DA 2000/17.

Il decreto fiscale ha dato poi il via alla rottamazione bis, in pratica una riedizione della precedente - che prevedeva lo sconto di mora e sanzioni aggiuntive sui carichi pendenti - con l'aggiunta delle cartelle del 2017.

Chi potrà aderire alla Rottamazione?

L'elenco degli indirizzi PEC regionali è allegato al modello DA 2000/17 e pubblicato sul portale web dell'Agenzia delle Entrate-Riscossione.

Rottamazione cartelle: Entro quando pagare?

Sono già 50 mila le domande di adesione alla rottamazione bis delle cartelle esattoriali, il 20% in più rispetto a quelle presentate l'anno scorso all'Agenzia delle Entrate riscossione.

I pagamenti dovranno essere effettuati in un'unica soluzione, entro luglio 2018, o in un massimo di 5 rate con scadenze a luglio, settembre, ottobre, novembre 2018 e febbraio 2019. Per i carichi 'rottamabili', affidati alla riscossione dal 1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2016, l'Agenzia dovrà inviare la 'Comunicazione delle somme dovute' entro settembre 2018.

Il bollettino che riporta l'indicazione della rata in scadenza al 30 aprile 2018, può essere pagato entro il 31 luglio 2018, come previsto dalla Legge n. 172/2017 di conversione del DL fiscale. Rimani aggiornato diventando un FAN della nostra pagina facebook. Grazie per aver letto l'articolo fino alla fine.


COMMENTI