KXIP vs KKR Live Score

Ho la sensazione che i miei compagni mi ritengano una persona perbene, uno che non gli volterebbe le spalle se succedesse a loro. De Rossi è poi tornato a parlare delle espulsioni rimediate e delle tante squalifiche accumulate: "Sono sempre stato presente in campo e negli spogliatoi, ho pagato quando ho sbagliato e domani sarò presente, in campo come negli spogliatoi". "Quello di domani e' un passaggio fondamentale per la nostra dimensione europea".

Sicuramente, abbiamo l'obiettivo di vincere per qualificarci e magari arrivare primi. Ha esordito così Daniele DeRossi a 'Premium Sport', dove ha aggiunto: "Siamo felici soprattutto a livello di immagine europeo, visto che in passato abbiamo preso delle batoste: questo primo posto ripulisce la nostra immagine".

"Mi sembra che i primi sei mesi di Di Francesco siano i migliori di un allenatore all'inizio con la Roma, nemmeno Spalletti al suo ritorno aveva fatto così bene - ha proseguito il centrocampista giallorosso -".

Cosa sta portando Eusebio Di Francesco? "Qualche casino l'ha fatto, il clima che si era creato con Francesco Totti lo abbiamo risentito tutti, ma il lavoro è stato ottimo". Dire non smetto finché non vinciamo lo scudetto sarebbe da folli. Se non lo ritenessi possibile, sarei già andato via o avrei smesso di giocare.

C'è spazio per un siparietto con Carlo Ancelotti che in studio rivela un aneddoto: "Ho rincorso Daniele per portarlo fuori dalla Roma ma era impossibile". Mi fa piacere quello che ha detto Diego. Occhio che mai come quest'anno però ci sono almeno quattro-cinque squadre che possono farcela. Ogni volta che ho avuto momenti di difficoltà sono sempre stati chiari e fermi nello schierarsi dalla mia parte. De Rossi è il capitano nelle gioie e nei dolori. Se in qualche stagione ne prende tre, arriviamo a 40.


COMMENTI