KXIP vs KKR Live Score

Il direttore sportivo giallorosso Monchi, in un'intervista concessa al giornalista spagnolo Alberto Gallego, è tornato a parlare della lunga esperienza da giocatore prima e da dirigente, dopo il ritiro, a Siviglia. Al supermercato la gente mi fermava per chiedermi "Direttore questa partita dobbiamo vincerla". Così con poche forze iniziammo a ricostruire il Siviglia. Ora sto alla Roma perché mi lasciano lavorare come lavoravo al Siviglia. Nella Roma questo non si può eludere: è un obiettivo. "Quella dello Stadio è una notizia bellissima, so che la società ha lavorato moltissimo e sono contento".

Senza il cuore non si va lontano nel calcio. Un club dove si percepisce la pressione e la necessità di ottenere grandi risultati. Il mio obiettivo è innanzitutto quello di consolidare un progetto che già si è avvicinato alla vittoria di questi titoli. Devo mantenere in alto questo progetto e dargli una consistenza e uno stile. È complicato spiegare il mio metodo.

No, aspettavo che finisse la partita.

A gennaio c'è ancora da tempo, prima c'è da giocare il campionato e la coppa. Ma c'è anche un aspetto legato alla filosofia del club. Monchi in questa chiacchierata ha avuto modo di affermare come sia importante per lui il suo metodo di lavoro, tanto da ritenere che nel caso in cui dovesse cambiarlo non garantirebbe la stessa efficacia che lo ha contraddistinto in questi anni, e che gli ha permesso di chiudere trattative importanti evidenziatesi soprattutto per l'eccelso rapporto qualità prezzo (in Italia abbiamo un certo Sabatini che utilizza più o meno con lo stesso modus operandi).

"Sì, non so se dire che oggi sono un romanista al 100%". È più questo che altro.

Concludendo sul derby Monchi ha affermato: "Non è stato il primo perché quando arrivai l'anno scorso ne giocammo uno, purtroppo perso". Ovviamente questo l'ho vissuto con più intensità.

Da quando è arrivato la gente è tornata allo stadio. Ma durante la settimana del derby ho cominciato a rendermi conto di cosa sia. "Dobbiamo avere fiducia in noi stessi, era molto difficile e per questo dobbiamo essere contenti". "Credo sia un derby simile a quello di Siviglia, sono tifoserie calde". Questo l'abbiamo vinto, bene così.


COMMENTI