KXIP vs KKR Live Score

DOMENICA 10 dicembre, ARRIVA LA SECONDA PERTURBAZIONE - Questa sarà più intensa con maltempo anche severo al Centro sud entro lunedì e rischio neve a tratti in pianura al Nord.

Weekend dell'Immacolata con il freddo e la neve, anche a quote molto basse. Sarà coinvolto anche il medio versante Adriatico con neve fino a quote di bassa collina tra Romagna ed Alte Marche a fine giornata.

MARTEDI' 5 DICEMBREDa sereno a poco nuvoloso. Il deficit più netto di settembre (-1,0°C) e il segno appena contrario di ottobre (+0,2°C) hanno consegnato alle statistiche un autunno lievemente più fresco del riferimento trentennale (-0,3°C).

Nella complessità della circolazione atmosferica invernale, che rende spesso vane le previsioni non solo sul medio-lungo termine, ma anche sul breve, cerchiamo di presagire scientificamente il tempo anche questa settimana. Fenomeni più incisivi su Venezia-Giulia, spezzino, alta Toscana ( in particolare qui non esclusi picchi di oltre 80mm sulla dorsale toscana ), poi anche Umbria e Lazio dalla sera; poco o nulla invece su Nordovest, Lombardia e Abruzzo orientale, in gran parte in ombra pluviometrica. Le precipitazioni, dopo la débacle di ottobre, si sono ripresentate con buona frequenza e quantità, ma rimanendo ancora inferiori alla norma quasi ovunque.

Tantissima neve lungo l'Appennino ligure e sull'arco alpino. Temperature minime e massime stazionarie o in rialzo. E' infatti confermato per la giornata di domani l'arrivo di una perturbazione dal nord Europa, pilotata niente meno che da un lobo del vortice polare che andrà posizionandosi sulla Scandinavia. Fiocchi di neve oltre circa 1000 metri. Estese gelate notturne con minime fino a -6/-7°C e massime fra 7 e 9°C. Il fronte dovrebbe attraversare tutta l'Italia, da Nord a Sud, portando a un nuovo calo delle temperature con piogge, nevicate e aria decisamente rigida, di estrazione artica.


COMMENTI