KXIP vs KKR Live Score

La Polizia di Stato, sin dalle prime luci dell'alba, sta effettuando perquisizioni locali e personali, a carico di appartenenti al sodalizio di estrema destra "Veneto Fronte Skinhead".

"Fermiamo l'invasione": era questo lo slogan scandito dagli estremisti durante il blitz del 28 novembre nella sede di un'associazione pro migranti.

La Digos di Como ha poi depositato presso quella Procura della Repubblica una dettagliata informativa con la quale sono stati ricostruiti i fatti delittuosi e generalizzati compiutamente i responsabili.

Blitz della polizia, all'alba di stamani, nei confronti di appartenenti ad un'organizzazione di estrema destra.

Le perquisizioni hanno interessato non solo Como, ma anche la stessa Piacenza, Brescia, Genova, Lodi e Mantova.

Le perquisizioni sono state disposte dalla Procura di Como che, su quanto avvenuto al Chiostrino Artificio, ha aperto un fascicolo d'inchiesta ipotizzando a carico di tutte le 13 persone componenti il gruppo del Fronte Veneto Skinheads, il reato di violenza privata.

Sono le "città di residenza degli indagati" - si spiega in una nota - con il coordinamento del Servizio per il Contrasto dell'Estremismo e del Terrorismo Interno della Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione-Ucigos. Poche ore dopo una manifestazione del Pd. Il questore Giuseppe de Angelis non ha autorizzato il presidio per motivi di ordine pubblico, data la concomitanza dei due eventi, anche se a distanza di alcune ore, e ha invitato Forza Nuova a scegliere un'altra data per il presidio.

9 su 10 da parte di 34 recensori Como.

Sono in corso dall'alba perquisizioni nelle case e in luoghi frequentati da skinhead, a Como e nel circondario.


COMMENTI