KXIP vs KKR Live Score

È l'accusa mossa nei confronti di Raffaele Rullo e sua madre Antonietta Biancaniello, fermati dai carabinieri di Milano su disposizione della Procura Milanese per l'omicidio e la soppressione del cadavere del 35enne ex calciatore di serie C e neo direttore sportivo del Brugherio calcio (Monza), scomparso il 14 novembre scorso. Da questi elementi sono partite le indagini che hanno portato ai fermi.

Stando all'inchiesta i due avrebbero attirato La Rosa a casa della donna con la scusa di farli conoscere e di farsi consegnare dall'ex calciatore la somma di 8 mila euro in prestito a fronte di 30mila ricevuti in passato, denaro mai restituito. Ad uccidere sarebbe stato Rullo, con la complicità della madre. I due suoi assassini hanno cercato di sciogliere il suo il suo cadavere nell'acido riuscendoci parzialmente. Biancaniello, ieri mattina, facendosi aiutare da un ignaro conoscente proprietario di un muletto, ha caricato il bidone con i resti di La Rosa nel bagagliaio della sua auto. Accompagnata in caserma, con l'ausili della scientifica, i carabinieri hanno aperto il bidone effettuando la macabra scoperta. Là, come riferito in conferenza stampa, sono stati sequestrati 24 flaconi da un litro di acido.

Prima di scioglierlo nell'acido avevano programmato di tagliarlo a pezzi, è emerso nel corso delle indagini. Tra gli ultimi acquisti di Rullo risulta anche una motosega.

La Rosa e Rullo si erano conosciuti tramite la compagna del calciatore, estranea ai fatti, e pare che la loro frequentazione fosse diventata amicizia nel tempo.


COMMENTI