KXIP vs KKR Live Score

Il denaro incassato con una serie di reati di natura fiscale sarebbe stato riciclato e utilizzato dal vicepresidente onorario del Foggia Ruggiero Massimo Curci "per il pagamento in nero degli stipendi" di calciatori e allenatori della squadra pugliese. Contestualmente all'arresto, finanzieri e poliziotti hanno eseguito, in provincia di Lecco e Napoli, sei perquisizioni a carico di tre persone di origine campana ma residenti a Verderio, in provincia di Lecco, ritenute legate al sistema fraudolento. L'8 novembre scorso, su decreto del pm milanese Paolo Storari, a Curci erano stati sequestrati beni per 8,2 milioni di euro. Curci all'epoca era socio al 50% del Foggia.

L'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Curci, emessa dal giudice per le indagini preliminari di Milano, arriva proprio a seguito delle indagini condotte nell'operazione "Security", che lo scorso maggio avevano portato all'arresto di 15 persone accusate di far parte dell'associazione a delinquere che, soprattutto a Milano e nell'hinterland, avrebbe favorito l'interesse della famiglia mafiosa catanese.

Curci secondo gli investigatori, avrebbe anche, "istigato due dipendenti dell'Agenzia delle Entrate di Foggia affinché effettuassero accessi abusivi al sistema informatico dell'anagrafe tributaria". L'indagine nasce in provincia di Varese dopo un controllo della guardia di finanza, che portò alla pista delle false fatture.


COMMENTI