KXIP vs KKR Live Score

Un manipolo di esponenti del movimento di estrema destra, tutti a volto coperto, hanno forzato l'ingresso del cortile della sede di Repubblica e L'Espresso a Roma e hanno mostrato cartelli e lanciato slogan contro il quotidiano e il periodico. Un paio di fumogeni sono stati lanciati contro dipendenti del giornale. La sua posizione è ora al vaglio degli inquirenti.

Sui social network, in attesa di comprendere qualcosa in più sulla dinamica dell'aggressione, stanno comparendo tantissimi messaggi di solidarietà alla redazione di Repubblica e de L'Espresso per quello che, a quanto pare, dovrebbe essere un nuovo atto di aggressione alla libertà di stampa, dopo la testata contro la troupe di Nemo da parte di Roberto Spada a Ostia. La Digos sta analizzando le immagini delle telecamere per fare luce sull'accaduto.

Non a caso, già questa mattina avevamo rappresentato al ministro Minniti la necessità di monitorare e prevenire le ripetute azioni di minacce contro i giornalisti che hanno scelto di indagare sulle formazioni neonaziste e neofasciste. In un suo tweet si legge: "La solidarietà mia e del Pd a Repubblica e ai suoi giornalisti. Quel passato non tornerà #avanti". Lo scrive su Twitter Anna Finocchiaro, ministra per i Rapporti con il Parlamento. "La spedizione - sottolinea il giornale - arriva mentre Repubblica porta avanti il suo lavoro di informazione sul diffondersi di episodi di fascismo e intolleranza nel paese, dall'irruzione di skinhead nella sede di una ong pro-migranti a Como, all'esposizione di una bandiera del secondo Reich in una caserma dei carabinieri a Firenze".

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Si sta accertando se faccia parte del gruppo che, con i volti coperti e con bandiere di Forza Nuova, ha lanciato fumogeni contro l'edificio.


COMMENTI