KXIP vs KKR Live Score

Android Oreo (Go Edition) è dunque realtà e viene lanciato dal colosso di Mountain View in occasione del roll out della versione stabile di Android 8.1 Oreo che ha preso il via oggi. Questa versione è destinata a tutti i dispositivi con meno di 1 gigabyte di RAM, ed utilizza meno memoria sul dispositivo, oltre che meno spazio, il tutto per girare in maniera liscia su tutti quei devices di fascia bassa. Google è intervenuta su tre fronti per garantire una esperienza d'uso migliore. Grazie alle app in versione alleggerita e all'utilizzo del compiler ART, secondo i tecnici di Google Android Oreo Go Edition riesce a usare il 50% di spazio in meno rispetto ad Android 7.0 Nougat.

Inoltre, se l'app raccoglie e trasmette dati che non siano strettamente collegati alle funzioni dell'applicazione stessa, "l'app dovrà evidenziare in modo inequivocabile" come questi dati verranno utilizzati e chiedere, ancora una volta, un consenso.

Gli utenti del sistema operativo Android sono a richio ma anche i dispositivi con sistema operativo IOS non sono esenti dalle minacce. Di certo non quello di rimpiazzare l'applicazione mobile standard di bigG, bensì favorire l'avvicinamento al Web da parte di coloro che hanno poca confidenza e che proprio attraverso uno smartphone dotato della Go Edition di Android possono muovere i loro primi passi nell'ecosistema online scoprendone tutte le funzionalità. Infatti molte delle applicazioni presenti sul Play Store di Google sono disponibili anche per iPhone e iPad, pertanto anche la sicurezza degli utenti Apple è in pericolo.


COMMENTI