Non è riuscita a farla franca, almeno questa volta, una coppia di delinquenti specializzata nella celebre truffa dello specchietto. Che, alcuni giorni fa, mentre si trovava in auto lungo una via cittadina di Battipaglia, veniva sorpassato ad alta velocità da un'altra autovettura con a bordo due persone che, dopo aver simulato un leggero urto tra le due macchine, invitavano il malcapitato ad accostare a bordo strada. I due, dopo una breve discussione, hanno chiesto al denunciante la somma di 50 euro per saldare il presunto danno causato alla propria auto, per evitare così la segnalazione alle rispettive compagnie di assicurazioni.

Hanno provato a estorcere denaro a un ignaro automobilista con la classica truffa dello specchietto ma, alle proteste della vittima certa di non aver urtato la loro auto, non hanno esitato a minacciarlo di morte e a spintonarlo se non avesse consegnato 130 euro in contanti.

L'attenta attività d'indagine ha reso possibile l'individuazione della persona che aveva preso in fitto l'auto con la quale era stata operata la truffa, una donna 28enne residente a Napoli, e successivamente sono stati identificati anche i due autori della truffa, il 51enne C.D. il 26enne Z.S. I due sono stati denunciati.


COMMENTI