Grave lutto nel foro romano: scompare all'età di 70 anni per un malore improvviso Nicola Titta Madia, stimato penalista, apprezzato da colleghi e magistrati per i modi garbati ed eleganti, quasi aristocratici, per la profonda conoscenza del diritto e per la sua ironia. L'avvocato è stato protagonista in numerosi processi seguiti con grande attenzione dai media.

Suo nonno, omonimo, fu un importante avvocato calabrese e poi deputato prima per il Partito fascista e poi per il Movimento Sociale Italiano. Oltre a Renato Curcio, uno dei fondatori delle Brigate Rosse, ha affiancato l'ex capo del servizio segreto militare (Sismi) il generale Nicolò Pollari (nel processo per il rapimento dell'imam Abu Omar), il politico Clemente Mastella e Salvatore Parolisi, per la giustizia italiana ritenuto responsabile della morte della moglie Melania Rea. Negli ultimi mesi stava lavorando come avvocato difensore della famiglia Tulliani, nell'inchiesta sui rapporti della famiglia del cognato di Gianfranco Fini con l'imprenditore Francesco Corallo, considerato il 'rè delle slot machine.


COMMENTI