KXIP vs KKR Live Score

Per le utenze non domestiche, cioè ristoranti, bar, esercizi commerciali, aziende produttive, studi professionali, strutture ricettive, il servizio sarà definito sulla base delle esigenze specifiche e secondo un calendario concordato. Un sistema che permette la tracciabilità dei rifiuti attraverso l'utilizzo di bidoncini intelligenti, ovvero dotati di microchip che identificano gli utenti, e di antenne sui mezzi AMA per la lettura e la trasmissione dei dati in tempi reale. "Dal 2019, lo stesso modello sarà esteso al resto della città".

L'avvio di questa nuova modalità di raccolta rientra nella più ampia strategia di potenziamento, in quantità e qualità, della raccolta differenziata messa in campo dall'Amministrazione comunale e da Marche Multiservizi.

Nelle aree idonee, cioè a bassa densità abitativa, con presenza di verde, giardini, terreni agricoli, come ad esempio l'Axa, Casalpalocco, Infernetto, gli utenti potranno richiedere ad AMA la fornitura gratuita di compostiere domestiche per la gestione della frazione organica. L'abbinamento, ben memorizzabile per i cittadini ("secco" del giorno + rifiuto umido), consentirà anche ad Ama di agire più efficacemente e razionalmente, raccogliendo ogni giorno 2 diverse tipologie di rifiuto. A partire dai primi giorni di dicembre, gli addetti Ama inizieranno la mappatura delle utenze, edificio per edificio, su tutto il territorio del Municipio X per definire tutte le tipologie di utenza.

"L'obiettivo - precisa il Vicesindaco Cristian Lisotti - è quello di portare l'attuale indice di raccolta differenziata da 38 -39 % agli attuali minimi di legge intorno al 70 %". Parallelamente verrà fatta un'adeguata campagna di comunicazione per informare i cittadini nel modo più efficace. Sarà organizzato, inoltre, un fitto calendario di appuntamenti informativi con i cittadini. È proprio a tal proposito l'intervento della sindaca Virginia Raggi riportato sul sito Roma Capitale: "Stiamo avviando Roma verso un'economia circolare e a rifiuti zero".

"Abbiamo elaborato con Ama questo importante progetto di revisione del modello di raccolta, che sarà progressivamente applicato in tutti i municipi". L'importante novità riguarda il tracciamento dei conferimenti mediante "sacchetto intelligente", dotato di chip per riconoscere la provenienza dei rifiuti, un sistema di identificazione degli utenti. Il nostro scopo è arrivare quanto prima alla tariffa puntuale, in base alla quale ogni utente paga in base alla differenziata: "più si differenzia meno si paga".

"Quello che proponiamo oggi è un totale cambio di rotta. Un sistema inefficace che ha provocato anche il fenomeno della migrazione dei rifiuti: chi non ha voglia di fare la differenziata porta a porta, va a pesare con i suoi rifiuti sui contenitori stradali più vicini, creando disagi e degrado". Con il nuovo progetto di raccolta rifiuti si vuole però andare oltre il territorio del X Municipio: si punta infatti ad estendere questo modello di raccolta porta a porta gradualmente anche agli altri municipi della città così da ottimizzare al massimo la percentuale di differenziazione dei rifiuti nella Capitale.

Il Presidente di Ama, Lorenzo Bagnacani, è intervenuto per sottolineare che è la prima volta che in una Capitale europea viene messo a punto un sistema intelligente basato sulla tecnologia RFID (Identificazione a Radio Frequenza), che consente la tracciabilità dei rifiuti.


COMMENTI