Rimettere al centro la sicurezza e dimostrare che lo Stato c'è.

Al via il Comitato per l'ordine e la sicurezza di Roma convocato presso il Municipio X di Ostia con all'ordine del giorno lo svolgimento del ballottaggio e il rafforzamento delle misure di sicurezza sul litorale romano.

Una riunione "straordinaria" visto che al tavolo sono presenti il ministro dell'Interno Marco Minniti, il commissario straordinario di Ostia Domenico Vulpiani, un rappresentate della Procura Distrettuale Antimafia e la sindaca di Roma Virginia Raggi che commenta la delicata riunione: "Le istituzioni devono essere presenti, apprezzo molto l'iniziativa del prefetto - dice a margine di un incontro a Montecitorio - L'apprezzo ancora di più perché ha voluto tenere il comitato sul territorio ad Ostia, un segno di forte presenza delle istituzioni".

"In Italia non possono esistere zone franche", aveva detto Minniti all'indomani dell'aggressione subita a Ostia da un giornalista e un operatore del programma Rai "Nemo" per mano di Roberto Spada, fratello di Carmine Spada, detto "Romoletto", condannato in primo grado a 10 anni per estorsione aggravata dal metodo mafioso e ritenuto dagli inquirenti al vertice dell'omonimo clan radicato in diverse zone di Ostia. Spada ha sferrato una testata all'intervistatore fratturandogli il setto nasale e subito dopo ha inseguito i due giovani insieme a un secondo uomo, colpendoli con un bastone, tanto da provocare un trauma cranico al cameraman.

Ostia intanto si prepara a tornare alle urne.

Sarà un ballottaggio blindato dalla polizia, carabinieri e militari che presidieranno i seggi.


COMMENTI