KXIP vs KKR Live Score

La criminalità alza il turo e colpisce la massima espressione della città, il sindaco.

Un incendio ha distrutto l'auto del sindaco di Siracusa, Giancarlo Garozzo. L'auto - intestata alla moglie ma utilizzata da entrambi - ha preso fuoco intorno alle 18, mentre si trovava parcheggiata in viale Santa Panagia.

Sul posto in segno di solidarietà al primo cittadino c'erano nell'immediato il presidente del Consiglio Comunale, Santino Armaro, il vicesindaco Francesco Italia, l'assessore Salvatore Piccione, i consiglieri comunali Sonia D'Amico e Alberto Palestro, il sindaco di Ferla Michelangelo Giansiracusa. Le cause del rogo non sono ancora state stabilite con certezza dagli investigatori. Dopo l'ultimo raid, il sindaco aveva dichiarato: "L'attentato di via Torino e quello di tre giorni fa a una panineria di Ortigia segnano la preoccupante ripresa di un'attività criminale che merita una risposta immediata da parte di società e istituzioni". Una sfida lanciata all'intera comunità siracusana con lo scopo di intimidirla e di mortificarla. Sappiano, gli autori, che hanno sbagliato bersaglio perché questo atto vile mi spinge a proseguire con sempre maggiore convinzione nel mio percorso per l'affermazione della legalità a Siracusa. La città saprà reagire al tentativo sfrontato della criminalità - come dimostra la cronaca di queste ore - di spargere la paura per trarne vantaggi e io non mi fermerò nel perseguire l'obiettivo di una gestione del Comune trasparente e libera da condizionamenti. Le fiamme sono divampate nella parte anteriore e hanno procurato non pochi danni. "Un pensiero - conclude Garozzo - va alla mia famiglia fortemente scossa dai fatti di stasera ma avremo la forza di superare questo momento".


COMMENTI