KXIP vs KKR Live Score

I rincari tornano a colpire i consumatori.

A gennaio è in arrivo una vera e propria rivoluzione dei sacchetti di plastica biodegradabili dopo le polemiche sorte nel 2011 quando vennero vietati gli Shopper di plastica, in favore di quelli ecologici con inevitabili costi a carico dell'acquirente.

I sacchetti costeranno un tantino in più, circa il 70%, come afferma il presidente di Assobioplastiche Marco Versari perché il processo di realizzazione è leggermente diverso rispetto a quello della plastica.

C'è stato un tempo in cui i consumatori pagavano soltanto la merce acquistata, un tempo molto lontano in cui non bisognava conteggiare nel totale le buste della spesa.

Anche per i sacchetti di frutta e verdura è il momento di passare ai materiali biodegradabili.

Il tutto avverrà a partire dal 1° gennaio del 2018. I sacchetti per il confezionamento di frutta e verdura sono usati dall'80% degli italiani che fanno la spesa al supermercato.

Pensiamo alla spesa di una famiglia media che compra contemporaneamente un frutto, una verdura e del pane.

Le nuove norme sulle shopper sono contenute nella legge di conversione del decreto legge Mezzogiorno che ha avuto il via libera lo scorso agosto. C'è da aspettarsi che il prezzo di ogni sacchetto sia compreso tra 2 e 10 centesimi. Ancora secondo il report, per il 59% degli intervistati 2 centesimi a sacchetto sono accettabili, mentre il 13% non è assolutamente d'accordo.


COMMENTI