Michael O'Leary, ceo di Ryanair, ha inviato una lettera di scuse a tutto il personale della compagnia aerea, promettendo ai piloti una serie di migliorie nelle condizioni di lavoro.

Attribuisce le cancellazioni dei voli a "un errore del management" e si scusa "per gli stravolgimenti nei calendari delle ferie".

Gli aumenti di retribuzione promessi arrivano fino a 10mila euro e i bonus fedeltà fino a 12mila, secondo quanto dice Bloomberg, che ha letto la lettera inviata ai 4.200 piloti della flotta irlandese. "Le modiche trasformeranno le vostre prospettive di stipendio e carriera". Ma soprattutto il manager ha promesso di allineare i salari dei piloti a quelli dei concorrenti di altre "low cost", come Jet2 e Norwegian, le due compagnie che avrebbero accolto a braccia aperte tanti ex di Ryanair. "I nostri membri hanno già sperimentato in passato le promesse di Ryanair", si legge in una nota dell'associazione, che spiega di voler "considerare attentamente ogni punto prima di decidere quale risposta" dare alla compagnia.


COMMENTI