KXIP vs KKR Live Score

Silvio Troilo - docente di Diritto Costituzionale all'Università di Bergamo - ai lettori di Bergamonews, sempre sul tema dell'autonomia.

IL QUESITO IN LOMBARDIA - In Lombardia il quesito è: "Volete voi che la Regione Lombardia, in considerazione della sua specialità, nel quadro dell'unità nazionale, intraprenda le iniziative istituzionali necessarie per richiedere allo Stato l'attribuzione di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, con le relative risorse, ai sensi e per gli effetti di cui all'articolo 116, terzo comma, della Costituzione e con riferimento a ogni materia legislativa per cui tale procedimento sia ammesso in base all'articolo richiamato?". Ventisei competenze in tutto.

Al referendum potranno partecipare tutti gli iscritti alle liste elettorali della Lombardia così come avviene per tutte le elezioni. Si voterà domenica 22 ottobre 2017, con i seggi che resteranno aperti dalle 7.00 alle 23.00. E' stato previsto un servizio di assistenza ai seggi di voto, con la presenza di 6.300 tecnici, almeno uno per ogni edificio sede di seggio, per offrire supporto al personale per tutte le operazioni di allestimento del seggio e installazione e preparazione dei tablet fino al riversamento dei dati contenuti nelle memorie usb nel sistema predisposto da Regione Lombardia. Niente scheda e matita dunque. In pratica, avranno a disposizione un tablet che utilizzeranno per esprimere la loro indicazione di voto. Lo schermo riprodurrà il quesito e tre caselle con 'Si', 'No' e 'Bianca': toccando una delle tre caselle comparirà la croce - con la possibilità di cambiare idea e toccare un'altra casella -, poi la scritta 'Vota', premendo la quale sarà come aver depositato la scheda nell'urna.

Per votare occorre recarsi presso il seggio indicato sulla propria tessera elettorale, con un documento d'identità valido. All'uscita del seggio, dopo aver votato, dovete prendere la ricevuta.

Non è previsto un quorum, cioè un numero minimo di votanti affinché il referendum sia valido. Al momento la stima è di circa 5 euro per cittadino lombardo, di cui quasi la metà a titolo di investimento nelle tecnologie per il voto elettronico, che saranno destinate in comodato d'uso gratuito alle scuole o ai Comuni che ospitano i seggi elettorali ma che potranno essere riutilizzate anche per le prossime tornate elettorali.

Il sito per conoscere l'affluenza e i risultati.

.

Ma, secondo alcune stime, la Lombardia spenderà quasi 50 milioni di euro.

Ci saranno anche giornalisti russi e catalani nella sala stampa che Regione Lombardia, in occasione del Referendum per l'Autonomia, ha allestito a Palazzo Lombardia, nella Sala Biagi, che sara' operativa dalle 7 di domani fino al termine dello scrutinio.


COMMENTI