KXIP vs KKR Live Score

La dirigenza del Gruppo, nel corso di una riunione presso la sede di Confindustria Perugia, ha dichiarato l'apertura della procedura di licenziamento collettivo (ai sensi della legge 223/91) per 125 lavoratori del sito di Petrignano. "Nei prossimi giorni saranno convocate le assemblee in tutti gli stabilimenti del gruppo nelle quali si decideranno tutte le azioni di contrasto a questa scelta scellerata dell'azienda". "Anni in cui, è giusto ricordarlo, la Colussi S.p.a. ha fatto investimenti riportando il proprio centro direzionale a Petrignano di Assisi e garantendo la permanenza in questi stabilimenti di parte importante della propria produzione". Oltre all'incontro "istituzionale" in Confindustria, Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil e Ugl, insieme alle Rsu di Fai, Flai, Uila e Ugl agroalimentare, hanno organizzato un presidio di lavoratori. Il consigliere regionale Marco Squarta chiama in causa Palazzo Cesaroni, dicendo che "l'Assemblea legislativa non può far finta di non vedere una serie di crisi aziendali che stanno devastando il tessuto economico e sociale dell'Umbria. Questi sono i risultati concreti del governo PD a tutti i livelli, dell'assenza di una politica industriale e del Jobs Act".

Settimana di passione per l'Umbria sul fronte del lavoro.

In una interrogazione urgente, presentata in Consiglio Regionale, l'ex sindaco di Assisi Claudio Ricci, oggi consigliere regionale, "chiede alla Giunta Regionale quali azioni si intendono intraprendete, anche nel quadro nazionale (MISE, Ministero dello Sviluppo Economico) per evitare la perdita di 125 posti di lavoro, nello stabilimento Colussi di Petrignano d'Assisi, soprattutto in questo momento di crisi aziendali regionali".


COMMENTI