KXIP vs KKR Live Score

Queste le contestazioni nei confronti di otto persone arrestate dagli uomini della Squadra Mobile di Roma e dello Sco.

Sarebbe di associazione a delinquere, rivelazione di segreto d'ufficio e accesso abusivo al sistema informatico, il capo di accusa per otto soggetti che avrebbero intascato i finanziamenti destinati ad Invitalia.

L'articolata attività investigativa ha consentito di provare l'esistenza di un gruppo criminale, costituitosi al fine di ottenere illecitamente finanziamenti pubblici attraverso la presentazione di richieste di finanziamento create ad hoc, stilate sulla base di indicazioni ricevute grazie alla corruzione proprio di Luigi Napoli, pubblico dipendente dell'ente erogatore delle agevolazioni, Invitaliam Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa di proprietà del Ministero dell'Economia.

Ignazio Cozzoli è stato eletto consigliere comunale nel 2016 con la lista "Alfio Marchini sindaco" conquistando 2.917 preferenze, il terzo più votato nella lista a sostegno dell'imprenditore romano dietro ad Alessandro Onorato e Francesca Barbato. Tra gli arrestati c'è anche l'ex consigliere comunale Ignazio Cozzoli.

In concomitanza con il provvedimento restrittivo emesso dal G.I.P., sono state eseguite perquisizioni delegate presso le abitazioni di residenza e gli uffici degli indagati nonché presso la sede dell'Ente INVITALIA.

Nell'operazione "Pecunia non olet', sono finiti ai domiciliari anche Emanuele Rigante' (45 anni), Massimiliano Portaleone (50 anni), Filippo Marullo (49 anni), Riccardo Solfanelli (48 anni), Francesco Capoccia (41 anni), Silvia Pronti (30 anni) e Luigi Napoli (45 anni)". Dopo un ricorso presentato dal Partito democratico Cozzoli è decaduto lasciando spazio alla consigliera del Pd Giulia Tempesta.


COMMENTI