KXIP vs KKR Live Score

"Donne di Hollywood, il vostro silenzio è assordante" aveva scritto pochi giorni fa, ancora su Twitter, la 44enne.

Jennifer Lawrence, che ha vinto l'Oscar per la miglior attrice nel 2013 grazie a Il lato positivo, film prodotto proprio dalla Weinstein Company, ha dichiarato di non aver mai assistito né subito ad atteggiamenti inappropriati da parte del mogul. Il fratello e co-fondatore della Weinstein Company non solo ha licenziato il parente ma ha anche deciso di cambiare il nome alla società di produzione perché le ripercussioni sul business potrebbero essere devastanti.

Dopo le accuse nei suoi confronti, parla di un "disgustoso e imperdonabile abuso di potere". Dal reportage del giornale, emerge come il producer avrebbe molestato per anni dipendenti, attrici e modelle.

Ma lo scandalo sulle molestie sessuali che ha travolto Harvey Weinstein, tra i produttori cinematografici piu' influenti al mondo, spiazza la societa' che ha co-fondato, dalla quale fa un passo indietro sgomberando la scena almeno fino a conclusione dell'inchiesta interna. A partire da chi, come Meryl Streep, lo aveva definito un "Dio", qualche anno fa dal palco dei Golden Globes. Harvey dal canto suo ha ammesso le sue colpe, chiesto scusa e ha anticipato che si ritirerà in una clinica per curare le sue pulsioni sessuali.

La bomba è stata sganciata in seguito alle pesanti accuse riportate sul New York Times delle attrici Ashley Judd e Rose McGowan. "Harvey ha sostenuto il mio lavoro moltissimo ed è sempre stato rispettoso con me e molti altri con cui ha lavorato professionalmente", ha poi specificato. Dopo una cena a base di caviale e champagne, "veniva il momento di un tour nel suo ufficio", ha raccontato Jade Budowski, ex cameriera del locale.


COMMENTI