KXIP vs KKR Live Score

Lo studio condotto dalla dott.ssa Susanne Henning e colleghi dell'UCLA è il primo a dimostrare come il tè nero possa promuovere la perdita di peso e apportare altri benefici alla salute modificando il tipo e la composizione dei batteri intestinali. Secondo i ricercatori della University of California di Los Angeles la popolare bevanda calda aiuterebbe a perdere peso sfruttando la stessa azione messa in campo dal "cugino" verde, ovvero la stimolazione del metabolismo. Insomma, se i polifenoli del tè verde vengono assorbiti dal sangue e dai tessuti, quelli del tè verde agiscono direttamente sui batteri stimolandoli.

Anche il tè verde ha un effetto di questo genere, ma leggermente diverso.

Già precedenti ricerche avevano mostrato che le sostanze chimiche attive presenti nel tè verde, chiamate polifenoli, vengono prima assorbite per poi alterare il metabolismo energetico nel fegato.

Nel corso della sperimentazione, 4 gruppi di topi hanno seguito diete diverse a due delle quali, ricche di grassi e zuccheri, sono stati aggiunti estratti di tè verde o nero. Soltanto i roditori che avevano ricevuto estratto di tè nero mostravano, hanno concluso i ricercatori, di essere in possesso di batteri che stimolavano il metabolismo. Dai campioni di intestino e fegato raccolti, i ricercatori hanno scoperto la presenza di un maggior numero di batteri associati alla massa magra e un minor numero di batteri associati invece all'obesità. Il dott. Zhaoping Li, direttore del Centro UCLA per l'alimentazione umana, capo della divisione UCLA della nutrizione clinica e dell'autore senior dello studio, ha commentato i risultati affermando che questi suggeriscono che i benefici per la salute del tè verde e del tè nero vanno oltre i loro effetti antiossidanti, e che entrambi i tè hanno un forte impatto sul microbioma intestinale.


COMMENTI