KXIP vs KKR Live Score

Un racconto che ha scatenato una mobilitazione, soprattutto sui social, a sostegno e solidarietà con l'attrice, che tuttavia non è stata univoca, visti alcuni commenti riportati in questo commento di Mauro Munafò su L'Espresso.

"Quando ho iniziato a lavorare come attrice, rivela sul suo profilo instagram, "ho ricevuto una telefonata da Harvey Weinstein". Mi sono sentita orribile.

In un'intervista rilasciata al New Yorker, l'attrice ha rivelato di essere stata violentata da Weinstein quando aveva poco più di 20 anni, in occasione di un party Miramax al quale era stata invitata.

Il regista a un certo punto se ne andò e Harvey mi chiese di restare e chiacchierare con lui.

Ha detto l'attrice in un video pubblicato (e poi successivamente cancellato) su Instagram: "Mi sento molto male per Harvey Weinstein in questo momento". Rifiutai e chiesi alla sua assistente se la mia auto mi aspettasse fuori. Io mi alzai in fretta e gli chiesi se sapeva che so cantare. Dopo aver cantato dissi di nuovo che dovevo andarmene. Mi ha accompagnata alla porta e si è messo di fronte a me cercando di baciarmi sulla bocca. Ho sempre sentito di non essermi meritata quella parte. Cercò di normalizzare il tutto, come se si trattasse di un incontro davvero professionale.

Dopo i casi clamorosi di Asia Argento, Gwyneth Paltrow, Angelina Jolie, Mira Sorvino, Ashley Judd e tante altre donne molestate dall'uomo quando erano agli inizi della loro carriera, anche Cara Delevingne ha voluto raccontare la propria esperienza con il produttore.

L'attrice francese ha confidato al Guardian che Weinstein ha tentato di aggredire anche lei, ai tempi di Spectre. Chiese di incontrarci per un drink, quella sera stessa.

Un anno o due dopo, sono andata ad un meeting con lui nella lobby di un hotel con un regista di un film in lavorazione.

Il produttore voleva sapere se Cara avesse avuto rapporti sessuali con una delle donne con cui era stata fotografata. Durante tutta la serata, lui ha flirtato con me e mi guardava come fossi un pezzo di carne. Poi, ci disse di andare a bere un drink nella sua stanza. Non avevo paura di lui comunque. Lui è grosso e grasso, quindi ho dovuto usare la forza per resistere. Quando sono arrivata nella stanza ero sollevata di vedere che dentro c'era già un'altra donna e ho pensato immediatamente di essere al sicuro. Lo sapevo perché lo vedevo nei suoi occhi.

"Ho visto come agisce: il modo in cui cerca uno spiraglio, come mette alla prova le donne per capire cosa può ottenere".

Ma non fu così. "Tutti sapevano chi fosse Harvey e per decenni nessuno ha fatto nulla". "Ho perso mia moglie e i miei figli, coloro che amo più di ogni altra cosa". Penso che Georgina debba rimanere con suo marito.

"Ho il cuore a pezzi per tutte le donne che hanno sofferto a causa di questi atti imperdonabili".


COMMENTI