KXIP vs KKR Live Score

Il padre, Giuseppe, 50 anni, imprenditore caseario, è morto in ospedale dopo essere stato portato dalla moglie e dal figlio, che in un primo momento avevano parlato di un incidente. Poco dopo Leggiero Giuseppe decedeva a seguito delle lesioni riportate.

Dai primi accertamenti, però, i militari hanno rilevato come il luogo dell'incidente fosse estremamente pulito e in ordine e la ricostruzione dei fatti riferiti dalla donna fosse piena di lacune e contraddizioni, compresa una confessione completa in cui ha affermato di aver colpito, nel corso di una violenta lite, il coniuge con un coltello utilizzato per la lavorazione casearia.

La donna avrebbe raccontato agli inquirenti che il figlio l'avrebbe difesa da un pestaggio e che i motivi erano legati alle continue aggressioni fisiche e verbali da parte dell'uomo.

La salma e' stata trasportata presso l'Istituto di Medicina Legale di Caserta per il successivo esame autoptico. L'arrestata e' stata accompagnata presso la casa circondariale di Pozzuoli (Na) e posta a disposizione della competente Autorita' Giudiziaria.

Caserta, 17 set. (AdnKronos) - Alla fine ha confessato: ha ucciso lui il padre, l'imprenditore di Alife, in provicia di Caserta, il 50enne Giuseppe Leggiero, per difendere la madre durante una violenta lite scoppiata fra i due.

Lo stesso ha precisato di essere intervenuto presso lo stabile adiacente alla loro abitazione, adibito a caseificio, per cercare di sedare l'ennesima lite tra i suoi genitori. Il ragazzo, secondo il suo racconto, avrebbe spinto la vittima nel tentativo di allontanarlo dalla donna ed infine lo avrebbe colpito con un coltello al torace. La madre Patrizia Navarra si era autoaccusata del delitto.


COMMENTI