KXIP vs KKR Live Score

"Una situazione insostenibile se riferita alla particolare criticità del territorio". Abbiamo nelle sette carceri della Regione quasi mille detenuti, mentre gli organici di Polizia Penitenziaria dovrebbero essere 649 ed invece sono 520 ossia 130 in meno. "Anche per questa una delegazione del SAPPE Marche manifesterà a Roma il prossimo 19 settembre, in piazza Montecitorio davanti alla Camera dei Deputati, nella manifestazione nazionale di protesta che il SAPPE e tutti gli altri Sindacati della Polizia Penitenziaria hanno proclamato per denunciare lo stato di irreversibile abbandono nel quale, anche nelle Marche, è lasciato il Corpo di Polizia Penitenziaria ed i suoi appartenenti".

Sono stati attimi di tensione nei giorni scorsi nel carcere di Teramo dove due agenti sono stati aggrediti da un detenuto psichiatrico sieropositivo che si è ferito e ha ferito i poliziotti della penitenziaria durante una colluttazione, facendo scattare l'allarme per gli agenti colpiti. "Questi 'professori' che conoscono il carcere solamente sui libri- ha sottolineato - devono capire che le celle delle carceri devono stare chiuse: altrimenti si consente ai detenuti di girare per le sezioni detentive tutto il giorno senza fare nulla, a tutto discapito della sicurezza e della incolumità dei poliziotti penitenziari".

"Nel carcere di Foggia - conclude il segretario nazionale del Co.s.p - ci sono 600 reclusi, ma tra questi figurano anche numerosi pregiudicati sottoposti a misure di protezione e di alta sorveglianza". A ricostruire la vicenda sono stati il vice segretario Uilpa Polizia Penitenziaria Abruzzo, Mauro Nardella, ed il segretario provinciale del Sappe, Giuseppe Pallini.

"Presso il padiglione Nilo del carcere di Santa Maria Capua Vetere sono allocati circa 300 (Trecento) detenuti - indica ancora il leader dell'OSAPP - e vi è la presenza di una sezione psichiatrica e di una settore con detenuti ex tossicodipendenti". I vertici dell'Amministrazione Penitenziaria hanno smantellato le politiche di sicurezza delle carceri preferendo una vigilanza dinamica e il regime penitenziario aperto, con detenuti fuori dalle celle per almeno 8 ore al giorno con controlli sporadici e occasionali.

Fumo passivo per le guardie della Polizia penitenziaria del carcere di Augusta.


COMMENTI