KXIP vs KKR Live Score

Da parte dei due militari, ha rimarcato, "sono state fatte cose gravissime contro le regole, si è andato contro qualsiasi etica dell'essere carabiniere". Lo ha detto il ministro della Difesa Roberta Pinotti, durante la registrazione di una puntata di Porta a Porta, commentando la possibilità di una espulsione dall'Arma dei carabinieri dei due militari accusati dello stupro delle due studentesse americane a Firenze. Non ci sono attenuanti.

"Bisogna far lavorare le inchieste, ma di fronte a fatti del genere bisogna mettere in atto le azioni più forti e nette - ha aggiunto - Il mio giudizio è che non si possa stare nell'Arma con comportamenti di questo tipo". Oltre significa procedere con il lavoro della commissione interna all'Arma "che approfondirà e alla fine potrebbe proporre come conclusione un'archiviazione, una sospensione e la perdita del grado, che corrisponde al licenziamento".

Quanto al processo che ci sarà, Roberta Pinotti ha dichiarato: "Lo vedranno attraverso l'ufficio proposto". "Anche la procura ha detto l'Arma è parte lesa".

Sarebbe dunque stato più prudente aspettare qualche giorno, affidarsi alla magistratura e non ai fondi di Travaglio anche se praticamente ogni giorno sui quotidiani si leggono notizie di stupri e violenze contro le donne e francamente l'Opinione Pubblica è ai limiti della sopportazione quando vede, nell'esaltazione mediatica, che coloro che dovrebbero difendere sono poi quelli stessi che offendono. E' stato di una gravità inaudita. L'altro si era già recato di sua iniziativa nei giorni scorsi dalla pm che coordina le indagini, Ornella Galeotti. Anche lui, come l'appuntato con cui formava la pattuglia la sera della violenza sessuale, si è presentato volontariamente al magistrato inquirente per riferire la sua versione sulla vicenda. "Se fosse possibile - ha detto - lo consiglierei".


COMMENTI