KXIP vs KKR Live Score

Il pm Henry John Woodcock è indagato dalla Procura di Roma anche per falso, in concorso con l'ex capitano del Noe Gianpaolo Scafarto, nell'ambito del caso Consip. Sarebbe stato proprio l' ufficiale del Noe - secondo quando scrivono oggi Il Corriere della Sera, il Messaggero e il Mattino - a dire ai pm di Roma di essere stato indotto dal magistrato a scrivere in una informativa che i servizi segreti avrebbero spiato i carabinieri che stavano indagando sull' imprenditore Alfredo Romeo. La testimonianza di Scafarto "La necessità di compilare un capitolo specifico - ha detto Scafaro il giorno dell'interrogatorio, come riporta il quotidiano partenopeo - fu a me rappresentata come utile direttamente dal dottor Woodcock che mi disse testualmente: Al posto vostro farei un capitolo autonomo su queste vicende, che io condivisi", ha raccontato l'11 maggio Scafarto, interrogato dai pm della Capitale, Paolo Ielo e Mario Palazzi, scaricando parte della responsabilità sul magistrato. Parola del procuratore di Modena Lucia Musti che il 17 luglio, davanti alla prima commissione del Csm, parla così del colonnello del Noe Sergio De Caprio e del capitano Gianpaolo Scafarto, lamentando le continue pressioni di Scafarto per incontrarla. La circostanza sarebbe emersa durante l'interrogatorio di Scafarto in relazione una prima inchiesta avviata mesi fa dalla Procura di Roma a carico di Woodcock per rivelazione del segreto istruttorio. "Colloqui sempre finalizzati esclusivamente a discutere dell'indagine". In quelle carte c'era anche la conversazione tra l'ex premier Matteo Renzi e il generale della Guardia di Finanza Michele Adinolfi. In particolare da palazzo Marescialli sono stati inviati i verbali inerenti le dichiarazioni rese dalla procuratrice di Modena, Lucia Musti.

"Quelli che volevano usare Consip per gettare fango addosso a me - ha commentato il segretario del Partito Democratico Matteo Renzi intervenendo a un evento del Foglio a Milano - vedranno quel fango ritorcersi contro".

"Una bomba" che può distruggere Renzi. "Scoppierà un casino" le aveva preannunciato Scafarto, a quanto pare, cogliendo nel segno. Un pedinamento che poi si sarebbe rivelato falso. Secondo quanto si è appreso comunque dopo l'esame del dossier gli inquirenti decideranno se inserirlo nel fascicolo relativo alla vicenda della centrale di acquisti della pubblica amministrazione oppure aprire un fascicolo apposito ed avviare specifici accertamenti.


COMMENTI