KXIP vs KKR Live Score

David Lynch commenta così la scomparsa, avvenuta questa notte all'età di 91 anni, del leggendario Harry Dean Stanton, una delle icone ritornanti del suo cinema.

Il mondo del cinema è in lutto per Harry Dean Stanton, spentosi a 91 anni in un ospedale di Los Angeles. Ma sono davvero tantissimi i film nei quali Harry Dean Stanton recitò nella sua lunga carriera, con la preferenza di lavori indipendenti e cult.

Gli anni '80 lo hanno visto protagonista di alcune delle pellicole più prorompenti del decennio, tra cui vanno annoverate le partecipazioni eccellenti in 1997: fuga da New York (1981), capolavoro di John Carpenter, Un sogno lungo un giorno (1981) di Francis Ford Coppola, e il capolavoro statunitense di Wim Wenders Paris, Texas (1984), Palma d'Oro al Festival di Cannes. Il successo di Harry Dean Stanton si è esteso anche a produzioni hollywoodiane quali "Il miglio verde", "Alien" e "Il padrino - Parte II". Se ne è andato un grande. Tutto lo amavano. E per una buona ragione. Oltre ad averlo voluto in capolavori come Cuore selvaggio e Inland Empire, infatti, quest'ultimo gli ha regalato (o meglio: resuscitato) un ultimo ruolo memorabile nel recente revival di Twin Peaks: quello di Carl Rodd, proprietario del Fat Trout Trailer Park già precedentemente apparso in Fuoco cammina con me. Era un attore grandioso (anzi, più che grandioso), e un grande essere umano, era bellissimo essere attorno a lui! "Tanto amore per te ovunque tu sia adesso!"


COMMENTI