Alcuni gruppi avrebbero messo gli occhi su Fca e, tra questi, il colosso cinese Great Wall Motor. Le azioni Fca, con scambi-fiume considerato il periodo e quasi 10 milioni di pezzi passati di mano, sono salite del 5,3% a 10,34 euro. Sulla vicenda, Fiat si è limitata a rispondere con un secco "no comment".

FCA (+4,7%) in netto progresso grazie alle indiscrezioni di Automotive News secondo cui un noto produttore di auto cinese avrebbe recentemente proposto un'offerta per acquisire il Lingotto a un prezzo di poco superiore all'attuale valore di mercato, offerta che sarebbe stata rifiutata in quanto ritenuta troppo bassa. Altre fonti citate dal sito specializzato indicano "responsabili di altri gruppi automobilistici impegnati in due-diligence (verifiche di bilancio) per un potenziale acquisto di Fca". E questo perché - come evidenziato da Automotive - la rete globale e i prodotti di Fca rispettano i requisiti del Governo di Pechino.

Il gruppo Fca sarebbe nel mirino di acquirenti cinesi. Automotive News aggiunge che altri importanti gruppi cinesi del settore hanno condotto esami di due diligence con l'obiettivo di una possibile acquisizione di Fca.

Una possibile vendita includerebbe Jeep e Ram, Dodge, Chrysler e Fiat, lasciando fuori comunque Maserati e Alfa Romeo.


COMMENTI