KXIP vs KKR Live Score

Secondo questa visione, la fede non è un rifugio che protegge dai problemi della vita, è capace invece di sostenere il cammino della vita e di dargli, in qualsiasi avvenimento anche avverso, un senso.

Oggi la pagina del Vangelo (Mt 14,22-33) descrive l'episodio di Gesù che, dopo aver pregato tutta la notte sulla riva del lago di Galilea, si dirige verso la barca dei suoi discepoli, camminando sulle acque. Papa Francesco oggi, domenica 13 agosto 2017, ha recitato l'Angelus in una piazza San Pietro gremita di fedeli. Ma Lui li rassicura: "'Coraggio, sono io, non abbiate paura!'". E le invocazioni di Pietro a Gesu', "assomigliano tanto al nostro desiderio di sentire la vicinanza del Signore, ma anche la paura e l'angoscia che accompagnano i momenti piu' duri della vita nostra e delle nostre comunita', segnata da fragilita' interne e da difficolta' esterne". A Pietro, ha così proseguito il Pontefice nelle sue riflessioni, "non è bastata la parola sicura di Gesù, che era come la corda tesa a cui aggrapparsi per affrontare le acque ostili e turbolente".

Il pensiero del Papa si è poi rivolto a Maria, invocandola come protettrice e sostegno nella vita. "È quanto può capitare anche a noi", spiega il Papa. Al di là del perdurare delle difficoltà, ella tiene il cristiano ben saldo nella fede, lo rende capace di restare sulla barca della Chiesa rinunciando alla tentazione di salire a bordo dei facili battelli delle ideologie e delle mode, slogan incapaci di dare consistenza alla vita.

Questo episodio è un'immagine stupenda della realtà della Chiesa di tutti i tempi: una barca che, lungo l'attraversata, deve affrontare anche venti contrari e tempeste, che minacciano di travolgerla. Le difficoltà della vita a volte pare sommergano l'uomo, anche quello che vive nella fede e, proprio quando, in queste situazioni, "non ci si aggrappa alla parola del Signore, ma si consultano oroscopi e cartomanti, si comincia ad andare a fondo".

Papa Bergoglio ha sottolineato ancora che il Vangelo odierno ricorda al cristiano che la fede nel Signore Gesù e nella sua Parola non apre un percorso dove tutto è senza difficoltà; la fede non sottrae il credente dalle tempeste della vita. Cio' che la salva non sono il coraggio e le qualita' dei suoi uomini: la garanzia contro il naufragio e' la fede in Cristo e nella sua parola.


COMMENTI