KXIP vs KKR Live Score

Quindi chiama l'ambulanza, a per alcuni minuti il 118 la prega di rimanere in attesa con una voce automatica. In questi minuti di tragedia e sofferenza non c'è solo disorganizzazione e burocrazia inefficiente, ma anche il segno di una società sempre più disumanizzata, così come sottolinea la donna: "Questo racconto è perché nessun altro padre, marito o figlio, nessun altro amico o cugino, possa morire con una voce che ti dica 'Rimanga in attesa' ". "La programmazione, inoltre, è assolutamente preliminare, considerato che il neo costituito coordinamento unico del settore di emergenze sanitarie ha tra i propri compiti quello di potenziare e razionalizzare la Rete di emergenza territoriale, che comunque dovrà proporre all'assessore le diverse opzioni di miglioramento del servizio che saranno poi oggetto di scelta da parte dell'assessore medesimo". 'Gli dico che gli voglio bene, che andrà tutto bene e che arriverà presto qualcuno ad aiutarci', racconta Valentina, che nonostante il panico e la fatica, tenta di rassicurare il suo papà in fin di vita. Nel frattempo arrivano in aiuto il fratello e la sua compagna, insieme sollevano in padre e lo adagiano sul letto. E si cerca di rassicurarlo. Ma il destino si accanisce, gli rispondono che non hanno vetture a disposizione. I vicini hanno preso anch'essi a chiamare i soccorsi, nella concitazione generale per Gianfranco agonizzante. All'operatore dico dove abito, gli spiego del rumore tremendo che mi ha svegliata e di come ho trovato mio padre.

"Ancora una volta mi trovo a smentire con forza notizie false che riguardano tagli delle ambulanze". Gliel'ho visto in faccia.

Alle 3.26, qualcuno risponde, e gira la chiamata alla centralina del 118 più vicina: la voce allucinate, quella voce inumana, riparte a ripetere "rimanga in attesa". Corro in mezzo alla strada e comincio a urlare aiuto. Lo raggiungo gli dico di entrare in casa mia, che deve correre perché papà sta morendo e il 118 non risponde e devo portarlo al pronto soccorso'. Ma quando finalmente una voce umana si palesa, è troppo tardi. Ho dovuto caricare mio padre in macchina.

Alle 3.34 non c'è più speranza, l'uomo è morto.


COMMENTI