È lo stesso Hideki Kamiya a parlare del ruolo che il gioco ha avuto per lo studio, e a sottolineare l'apporto del suo game director Yoko Taro.

Kamiya menziona il fatto che il successo di NieR: Automata abbia risollevato le sorti di PlatinumGames, portando all'azienda tutta una diversa fanbase, la crescita dello staff, una storia di successo ed è riuscito nel apportare grandi benefici al metodo di lavoro dei suoi dipendenti. Non è un'esagerazione affermare che Platinum Games è stata salvata da Yoko Taro.

NieR: Automata è sicuramente l'IP originale che è riuscita a dare più visibilità al team di Platinum Games, che grazie al nuovo gioco potrebbe essere riuscito a togliersi di dosso l'etichetta di sviluppatore di giochi dedicati ad un ristretto pubblico di appassionati. "Non potrò mai ringraziarlo abbastanza".


COMMENTI