KXIP vs KKR Live Score

FCA, la società di cui fanno parte Fiat e Chrysler, entrerà a far parte di un consorzio per lo sviluppo e la produzione di auto che si guidano da sole con BMW, Intel e Mobileye.

Soddisfatto anche il presidente del Consiglio di Gestione di BMW, Harald Kruger: "I due fattori che rimangono fondamentali per il successo della collaborazione sono l'eccellenza senza compromessi nello sviluppo e la scalabilità della nostra piattaforma di guida autonoma". La collaborazione - spiega la casa automobilistica - "rimane in linea" con l'obiettivo di "mettere su strada 40 veicoli autonomi sperimentali entro la fine del 2017" già annunciata dal gruppo.

Sergio Marchionne FCA Chief Executive Officer ha dichiarato: "Per avanzare nelle tecnologie di guida autonoma è vitale creare partnership tra produttori di auto, di tecnologie e fornitori".

Marchionne ha salutato la firma del memorandum tra FCA e i capofila del consorzio con soddisfazione: "L'adesione a questa collaborazione consentirà a FCA di beneficiare direttamente delle sinergie e delle economie di scala che sono possibili quando le aziende si alleano con una visione e un obiettivo comuni".

"Siamo lieti dell'ingresso di FCA in questa piattaforma di cooperazione, che ha segnato progressi sostanziali nel corso dell'ultimo anno e che sta rapidamente entrando nella fase di test esecutiva" ha affermato Amnon Shashua, CEO di Mobileye, controllata di Intel.

Con un comunicato ufficiale, BMW, Intel e Mobileye hanno annunciato di aver sottoscritto un protocollo d'intesa con il gruppo FCA che diviene così il primo costruttore automobilistico a unirsi nello sviluppo di una piattaforma di guida autonoma all'avanguardia, destinata a un'implementazione globale.

I numeri uno delle varie aziende concordano, tra i vari aspetti, su uno in particolare: il sistema a guida autonoma che verrà messo a punto sarà altamente scalabile e sarà quindi adattabile ai singoli veicoli e alle varie strategie commerciali.


COMMENTI