Alla prima forte scossa di terremoto, ne sono seguite altre due importanti e un centinaio circa di altre scosse minori di assestamento di magnitudo inferiori al quarto grado della scala Richter.

Una scossa di terremoto di magnitudo 6.5 è stata registrata nell'estremo nordovest della Cina, al confine col Kazakistan alle 5:27 ora locale.

Il Governo cinese teme centinaia di morti (turisti, come dice la tv cinese) e feriti nella catastrofe.

Un terremoto di magnitudo 6.5 ha colpito la provincia di Sichuan, nel sudovest della Cina. Oltre 130.000 case sono state danneggiate, ha aggiunto in una dichiarazione pubblicata sul suo sito web, sulla base di un'analisi preliminare del disastro in una regione remota della provincia di Sichuan.

Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia il sisma ha avuto ipocentro a 7 km di profondità ed epicentro a oltre 20 km dalla terra ferma, precisamente davanti alla costa di Vasto. Non sono ancora disponibili informazioni su eventuali danni a persone o cose.

Elettricità, telecomunicazioni e forniture d'acqua sono stati ripristinati quasi del tutto. La contea di Jiuzhaigou ha mobilitato il 90% dei veicoli d'emergenza e 1.200 soccorritori totali, impegnati anche negli interventi negli hotel disseminati nelle aree rurali.


COMMENTI