KXIP vs KKR Live Score

Jeffrey Oni Oboh è stato riconosciuto dalla vittima, una straniera ospite di una comunità per emigranti rifugiati, dopo che la Polizia l'aveva rintracciato tra alcuni connazionali.

Sussistendo il dubbio che l'autore di quell'infame delitto potesse ritornare presso il supermercato dove lavorava la ragazza e dove era avvenuto il primo incontro, gli agenti hanno iniziato un lungo servizio di osservazione che, intorno alle ore 11.00 circa, ha dato i suoi esiti poiché ha permesso il rintraccio e il controllo del cittadino nigeriano intestatario dell'utenza in uso al violentatore dalla quale la ragazza, approfittando di un momento di distrazione del violentatore poco dopo il fatto, aveva digitato il numero del proprio ragazzo. Lo straniero è stato arrestato dalla Polizia di Rimini. L'identificazione e la cattura dello stupratore sono state facilitate da una circostanza singolare: la vittima era riuscita a memorizzare il numero di cellulare del nigeriano che poi è stato trovato in possesso della sim card corrispondente e al cellulare fi un suo connazionale.

A quel punto, la polizia ha convocato l'intestatario della scheda, lo stupratore e altri ragazzi nigeriani con la scusa di dover fare dei controlli sui permessi di soggiorno e quando il 30enne è stato riconosciuto dalla vittima, sono scattate le manette. Le indagini della Squadra mobile sono partite subito dopo che la 18enne è finita in ospedale lo scorso 7 agosto a causa delle lesioni subite. L'uomo con una scusa l'ha attirata all'interno della stazione centrale di Cattolica ed una volta lì dentro l'ha trascinata nel bagno e costretta ad un rapporto sessuale completo.

9 su 10 da parte di 34 recensori Cattolica.


COMMENTI