A differenza di quanto accaduto venerdì scorso, quest'oggi le Borse europee non sono riuscite a muoversi tutte nella stessa direzione, lasciando indietro il mercato tedesco.

(Teleborsa) - Continua sotto il segno delle vendite la seduta delle principali piazze europee, con Piazza Affari non distante dalla parità si allinea all'incertezza che domina in Europa.Dal fronte macro, cresce più delle attese il surplus della bilancia commerciale tedesca, mentre aumenta il deficit delle partite correnti francese.Nessuna variazione significativa per l'Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,181. Andamento cauto per Londra che mostra una performance pari a -0,12%.

Ad avere la meglio su tutti è stata Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib terminare gli scambi a 22.031 punti, con un vantaggio dello 0,43%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.035 e un minimo a 21.942 punti. A pesare la multa dell'Antitrust alle imprese attive nel cemento In calo Campari, che soffre un decremento dello 0,66%.

In lieve calo i principali titoli finanziari (Unicredit -0,11%, Mediobanca -0,28%, Generali -0,37%, Intesa Sanpaolo -0,20%) ma Unipol in netta retromarcia a -1,28% e invece Banca Generali +2,45% e Ubi Banca +1,46%.

Giornata fiacca per Recordati, che archivia la seduta con un calo dello 0,56%.


COMMENTI