KXIP vs KKR Live Score

Da una parte il Pd che ribatte all'auto-celebrazione di Virginia Raggi. "Stiamo riavviando un po' tutto, c'è ancora tantissimo da fare, la strada è sicuramente in salita, ma ci siamo e ce la mettiamo tutta". Si tratta del quinto sondaggio effettuato per Repubblica nell'arco dei dodici mesi e fotografa l'inarrestabile "sgradimento" che sia l'inquilina del Campidoglio, sia l'amministrazione nel suo complesso riscuotono nella città. Abbiamo riavviato i bandi - ha aggiunto - per moltissime cose, tra cui il verde, alcune cose già si iniziano a vedere.

"Dati che hanno sorpreso anche noi", commenta l'ad di Izi Giacomo Spaini: "Dopo la pessima partenza, che a fine settembre si è tradotta nel 56% di giudizi negativi per la Raggi, e il brusco peggioramento rilevato a marzo con oltre il 67% di bocciature, eravamo convinti di rilevare uno stop o addirittura una leggera ripresa, grazie anche al via libera sullo stadio giallorosso". È una sfida complessa che vinceremo. Insomma, l'opinione pubblica si fa più compatta e su questa compattezza si fonda la nuova politica elettorale dei Cinque Stelle: chiudi la porta al nero, sfonda la porta al campo nomadi e hai risolto il problema. Inutile elencare i problemi che abbiamo ereditato perché sono gli stessi che tutti i cittadini verificano con mano da anni: un sistema dei trasporti che, passo dopo passo, stiamo provando a liberare dai debiti per renderlo efficiente; una gestione dei rifiuti che, con il Piano Materiali Post Consumo, abbiamo cominciato a cambiare; il decoro cittadino. La Raggi ha infine ricordato che nel Giardino, posto in una delle aree più suggestive di Villa Pamphilj, verranno piantati ogni anno 5 alberi in memoria delle personalità insignite del titolo di Giusto. C'è chi dice che l'onestà non basta.


COMMENTI